DividerDividerDivider

         

Divider   Divider   Divider

LO ZODIACO A TAVOLA

Divider   Divider   Divider

  ARIETE  

Non dovete costringerlo a stare seduto

          Grintoso, dinamico e irrequieto, deciso e sempre pronto a scendere in campo, l'Ariete è il primo dello zodiaco e ama ricordarlo
    
     spesso, perché non può essere secondo a nessuno. Ha un temperamento impulsivo, energico, impaziente e perfezionista vuole

        
 tutto e subito e il risultato deve essere perfetto, altrimenti sono guai. L'Ariete è focoso e irascibile ma soprattutto è schietto e
        
 sincero, ha un appetito gagliardo, è un vero divoratore: mangia moltissimo, in maniera disordinata e incurante degli orari. Ama
        
 i piatti sostanziosi che riempiono prima gli occhi e poi lo stomaco, predilige le carni accompagnate con una salsa saporita. Con i
        
 fornelli dimostra capacità di attenzione, scrupolosità e volontà di primeggiare per questo è sicuramente un ottimo cuoco). Le sue
          preferenze si orientano verso la carne, che gli fornisce il carburante necessario al suo iper attivismo. Ama la cucina semplice e
        
 l'atmosfera informale che si crea nei pranzi tra vecchi amici. Ha un debole per i sapori robusti e piccanti. È una ottima forchetta,
        
 tende a privilegiare più la quantità che la qualità. Ama la buona tavola, e tra i fornelli può fare dei miracoli: sa preparare in un
        
 attimo deliziose squisitezze con pochi ingredienti. Non ha un palato molto raffinato ma possiede dei gusti ben definiti e sa bene
        
 ciò che gli piace.

Casa VI in ARIETE

          Dominato da Marte, chi nasce con questa configurazione astrale mangia solo quando ha fame, con voracità e velocemente. La
        
 doppia presenza del pianeta di
Fuoco indica una netta predilezione per i piatti abbondanti, molto ricchi e saporiti e indica anche
        
 un grande bisogno di ferro e di proteine nobili: bisogna tenerne conto non privandosi di quegli alimenti che lo contengono, carne
       
  compresa. In genere dà la preferenza a cibi caldi e piccanti; inoltre per la sua natura semplice e diretta ama i prodotti naturali,
    
     poco manipolati, non congelati né conservati. La donna non ama cucinare ma quando lo fa ci mette competenza e intelligenza.
        
 Alla sua tavola si trovano ricette semplici della nostra cucina regionale, ma preparate nella maniera giusta. Ha una straordinaria
        
 abilità nel riciclare gli avanzi perché non ammette inutili sprechi.

TORO

Nessuno è più esigente di lui

          Il Toro è un cuoco formidabile, ha il palato più sofisticato ed esigente. Il Toro è il gourmet dello zodiaco, vive il mangiare come
          un rito bello e appagante da svolgere
 in una atmosfera curata e impeccabile, deliziosamente chic. Tenace e paziente, sa resistere
        
 alle avversità della vita, ma sa ancor meglio godere delle gioie che questa gli regala, non si perde mai d'animo e il suo ottimismo
        
 è tra i più inossidabili dello zodiaco. Raffinato che non ama le spezie che ammazzano troppo i sapori ma le salse delicate e i gusti
        
 morbidi. Prenderlo per la gola non è facile e per un Toro che si rispetti i piatti devono essere sì buoni ma anche belli da vedere.
          Lo allettano i sapori tondi e in particolare ama i dolci morbidi e cremosi. È un buongustaio ed esige qualità e quantità, varietà e
        
 presentazione, è un buon intenditore di vini, ama i dessert è bravo a cucinare. In cucina se la cava fin troppo bene: inventa delle
        
 ricette meravigliose, ma è geloso ed è impossibile scoprirne i segreti. Cura l'armonia della tavola tiene d'occhio la linea e mangia
     
 
   di tutto. L'uomo Toro predilige le pietanze prelibate e raffinate mentre la donna è la più brava cuoca dello zodiaco. Spesso il loro
        
 piatto preferito è il dessert, la chiusura ideale per il loro gusto raffinato.

Casa VI in TORO

          La presenza di Venere che è simbolo di godimento è preponderante, questo significa che si ama mangiare bene, e che si gode
        
 nell'assaporare il cibo e quindi si mangia con lentezza, masticandolo bene. Ha una vera passione per i gelati, i cibi freddi e i dolci
        
 a base di uova. Ama le tavolate conviviali, non ha particolari esigenze in fatto di estetica, anche una tavola preparata in maniera
          spartana va benissimo. Maggiormente apprezzata è la cucina regionale semplice, specie quella mediterranea. Deve stare attento
        
 agli zuccheri, ai dolci e ai grassi perché questi predispongono al diabete e all'obesità. Inoltre può avere un apparato intestinale
          vulnerabile.

GEMELLI

Stuzzichini e via svelti!

          È un personaggio spiritoso e brillante, chiacchierone, sempre allegro, un po' esibizionista ma non è affatto goloso è il Peter Pan
        
 dello zodiaco. È lo spirito delle feste, il pepe della vita di coppia: tutti lo vogliono per la sua briosa compagnia, ma non è facile
        
 acchiapparlo preso come é dai suoi mille impegni, hobby e interessi. Il suo modo di mangiare è capriccioso come il suo carattere.
        
 Le sue scelte alimentari si orientano verso snack, salatini, noccioline, tartine, patatine, dolci che pilucca e spizzica durante tutta
        
 la giornata. In cucina i Gemelli si dividono in due categorie: ci sono dei cuochi provetti e quelli negati. I primi hanno fatto del
        
 piacere della tavola lo scopo della loro vita: ogni giorno vogliono mangiare un piatto diverso. Mentre per i secondi, se va bene, si
        
 ricordano a malapena di sedersi a tavola: preferiscono nutrirsi di musica, di libri e spettacoli super impegnati. Il Gemelli è un
        
 segno estroso dal punto di vista gastronomico e proprio per questo motivo ama testare nuovi sapori e variare la sua dieta, prova
        
 cucine esotiche di paesi lontani e prodigandosi in insoliti accostamenti di sapori. Ama i piatti leggeri, raffinati e creativi. 

Casa VI in GEMELLI

          Sotto il dominio sia dell'eclettico Mercurio, ci troviamo di fronte a una certa difficoltà nell'apprezzare le gioie della tavola. Con
        
 questa posizione astrale si preferisce «sbocconcellare» ad orari irregolari durante la giornata, piuttosto che sedersi a tavola e di
        
 gustare un vero pranzo. Non ha quasi mai problemi di linea, sia perché non conosce la golosità, sia perché non ama nessun tipo
        
 di dolce. Invece predilige i cibi piccanti e la cucina esotica di cui ama sperimentare ogni volta ricette diverse. Per la sua salute è
        
 consigliabile che non manchino mai alimenti che contengano calcio come i formaggi e i latticini, poiché lo può rende vulnerabile
        
 all'osteoporosi, e ai disturbi legati alla fragilità ossea. Da non dimenticare di fare esami per il controllo di eventuali allergie di
        
 derivazione alimentare che possono essere la causa di cefalee e disturbi digestivi.

      CANCRO

Dategli anche l'atmosfera

          Timido e suscettibile, è il segno più sensibile, sa ascoltare i problemi degli altri per ore, è molto paziente e comprensivo. Guai a
        
 deludere le sue aspettative: perché allora diventa bizzoso, intollerante e poi si chiude nel suo guscio. Il
Cancro è
 un eccellente
        
 buongustaio, ama cucinare e mangiare a sazietà, e quando ha tempo o ha in testa di fare un romantico invito a cena, si lancia
        
 nella cucina creativa: sa preparare manicaretti squisiti che si presentano benissimo. Alle volte però si fa prendere dalla pigrizia
         
e ripiega su cibi già pronti. Ma quando è triste, insoddisfatto e depresso si consola con dolci, paste, torte e gelati. La sua cucina
        
 è sempre in ordine e perfetta. Infatti, il suo motto è: ogni cosa al suo posto, un posto per ogni cosa, e sono proprio guai seri per
        
 chi osa mettere in disordine. Ama generalmente piatti molto semplici, poco elaborati, ma allo stesso tempo genuini e sani. Tra i
        
 piatti preferiti c'é sicuramente la pasta, il gelato e tutto quello che è zuccherino. È molto talentuoso: la sensibilità, il senso della
        
 misura, lo stile nelle preparazioni e la raffinatezza determinano dei risultati eccellenti. È un abile cuoco, un forte mangiatore, ma
        
 preferisce il dolce al salato, il delicato al piccante. Ciò che apprezza più di ogni altra cosa a tavola è di sicuro l'allegra compagnia
        
 di amici per i quali cura ogni minimo dettaglio: l'atmosfera, l'eleganza, i colori, la tovaglia, le stoviglie, l'accostamento di piatti e
        
 vini, il menù semplice ma raffinato.

Casa VI in CANCRO

          La propensione per la buona tavola non esclude l'amore per la compagnia e il piacere di cucinare per se stessi e per gli amici più
        
 cari. Le ricette sono spesso quelle apprese in famiglia, le stesse che ha insegnato la mamma con in più qualche invenzione sulle
        
 tracce della cucina biologica/naturista. La facilità a soffrire di autointossicazioni e patologie del plesso emorroidale consiglia di
         
evitare nei casi specifici cibi piccanti, fritti, cioccolata e di preferire invece cibi liquidi e tanta verdura. La preferenza va al pesce
        
 mentre è assolutamente abolita
la carne rossa. È facile che con la sesta casa in Cancro, segno governato dalla Luna, vi sia una
        
 intolleranza per i latticini e questa può essere la vera silenziosa causa di difficoltà digestive.

LEONE

Senza risparmio le cose migliori

          Il Leone è il re dello zodiaco, vanitoso, chic e mondano, dotato di un buon appetito. È un vero gourmet, ama concedersi dei cibi
        
 sofisticati e molto costosi, degni di un sovrano. La posizione del Leone a tavola è di sicuro a capotavola, dove può tenere tutto
        
 sotto controllo ed intrattenere i suoi numerosi amici, elementi indispensabili delle sue cene. Ama essere coccolato a tavola con
        
 piatti molto particolari. Ai fornelli è spesso e volentieri un cuoco molto attento e valente. In genere predilige i cibi salati a quelli
        
 dolci. Guai se non è al centro dell'attenzione, e se il posto al sole non è il suo. Il suo attaccamento alle tradizioni è soddisfatto a
        
 tavola da un'apparecchiatura elegante e sontuosa: porcellane e cristalli scintillanti, tovaglie di fiandra degni della tavola d'un re.
        
 Riesce a farsi perdonare il suo egocentrismo con incredibili slanci di generosità. Se poi l'invito è a casa sua e non sa cucinare, è
        
 capace di fare lo splendido ordinando tutto al ristorante e poi facendo finta di aver cucinato tutto lui perché detesta i fallimenti.
        
 Però se con i fornelli se la cava bene, vuole radunare tutti gli amici in casa, e guai se uno di loro osa andare a curiosare nella sua
        
 regale cucina.  

Casa VI in LEONE

          L'amore per il cibo ben cotto, saporito e caldo si accompagna al gusto di una tavola elegante, e originalità nel servire il pranzo.
        
 Il Leone ama molto cucinare ma di più andare in ristoranti d'alto livello oppure in quei locali dove al cibo sono uniti spettacoli
         
di cabaret o intrattenimenti vari. Gli ospiti saranno ben selezionati per dividere con loro anche l'amore per i cibi prelibati e i vini
        
 costosi. La carne è il suo piatto preferito. Inutile dire che i menù saranno in prevalenza solari, ricchi di colore giallo, di cereali, di
        
 legumi, di frutta e verdura. Per quanto riguarda la salute l'Asc in Pesci rende pigri e la sesta Casa in Leone mette a rischio il
        
 sistema cardiocircolatorio e quindi la prevenzione è necessaria; è bene limitare i grassi e le sostanze che alterano innalzandolo,
        
 l'equilibrio del colesterolo.

VERGINE

Conquistarlo non è proprio facile

          Il salutista doc è proprio la Vergine. Piuttosto diffidente, non è il tipo che ama le novità, soprattutto se hanno a che fare con il
        
 cibo. Ama concludere i pranzi e le cene con delle tazze fumanti di tisane, e nella sua dispensa che vanta un ordine svizzero non
        
 mancano mai cibi integrali e macrobiotici. Semplice e frugale, è anche tremendamente abitudinario: adora cullarsi nella routine,
        
 che gli dà gran sicurezza. È piuttosto spartano in tutte le sue scelte, comprese quelle alimentari, dà la preferenza a cibi leggeri,
        
 non manipolati e dai sapori calibrati. Abbondano alimenti integrali, senza conservanti né coloranti, prodotti macrobiotici come la
        
 soia, le alghe marine, la crusca e tutto quello che garantisce il funzionamento dell'organismo. Bando ai cibi speziati, viva i cibi
        
 leggeri e di facile digestione. Non ama sorprese e voli di fantasia ma, la sobrietà, la cura dei particolari, l'ordine, la praticità ed il
        
 senso della misura, la cucina semplice, rapida da preparare, non troppo elaborata. È preciso e pignolo e per questo è considerato
        
 un po' noioso e un rompiscatole. Anche se non si direbbe la Vergine ha un cuore, ed è sempre pronta a farsi in quattro per gli
        
 altri. La sua casa ha un'atmosfera rilassata e confortevole, e sulla tavola non mancano mai i fiori.

Casa VI in VERGINE

          Il segno della Vergine governa proprio la sesta Casa (legata alla salute e all'alimentazione) la configurazione mette fortemente
        
 l'accento su questo settore, contribuendo a rendere i nativi molto attenti al proprio benessere attraverso una scelta critica sia del
        
 cibo, sia dei metodi di cura. Si trovano tra queste persone molti vegetariani, appassionati di medicina naturale e di salutismo.
        
 L'influenza dell'Asc in Ariete può far scivolare questa tendenza salutista verso il fanatismo, in tal caso il pericolo è che la dieta
        
 diventi molto stretta, rigida con il rischio di far mancare all'organismo le sostanze indispensabili per una buona salute. Questa
        
 rigidità dipende dal fatto che può soffrire di problemi intestinali, spesso a base psicosomatica. La tendenza ad analizzare ogni
        
 sintomo lo rende ansiosi. Crede di stare meglio tramite un'eccessiva frugalità, mentre sarebbe utile raggiungere un equilibrio
        
 alimentare che si rifletterebbe anche sul comportamento e quindi sul benessere generale.

BILANCIA

Prima di tutto il gusto di stare insieme

          È garbato, conciliante, sempre sorridente, è il più diplomatico dello zodiaco. Timido e un po' vanitoso, riesce a far fare agli altri
        
 tutto quello che vuole. È un invitato molto cortese anche se a volte è più formale che spontaneo, un ottimo commensale che ha
        
 una brillante e piacevole conversazione e sa mettere ognuno a suo agio creando intorno a sé un'atmosfera serena e rilassante.
        
 Non ama forzare le situazioni, vuol sempre vivere in perfetto equilibrio in pace con se stesso e con tutti. Questo vale anche e in
        
 modo particolare in cucina. Le sue preferenze si orientano verso cibi dal sapore delicato, i brodi vegetali, i consommé e le carni
        
 bianche, i crostacei, la pasta con verdure, i formaggi da spalmare. Sa cucinare alla perfezione morbide pietanze fragranti, belle
        
 da vedere e ottime al gusto. Dei cibi ne apprezza l'armonia, il modo in cui vengono presentati, la qualità rispetto alla quantità, la
        
 semplicità e l'accuratezza, gli alimenti della cucina popolare e i cibi esotici e ricercati purché siano valorizzati nella esecuzione e
        
 nella presentazione. A tavola è formale e misurato, anche nel ruolo di cuoco è all'altezza della situazione. La Bilancia mangia più
        
 con gli occhi che con le papille gustative, si adatta senza problemi alla maggior parte delle tipologie di cucina ed ai vari alimenti.

Casa VI in BILANCIA

          La VI casa è influenzata da Venere, i pasti diventano un'occasione di convivialità e socializzazione. La tavola ben apparecchiata,
        
 le stoviglie scelte con cura, fa capire come questo nativo possegga un temperamento forte, artistico e amore per le cose belle e
        
 buone. A volte il cibo è vissuto come una gratificazione alle carenze sentimentali, e in questo caso si eccede in dolciumi, specie
        
 con la cioccolata. L'Asc in Toro fa propendere verso piatti abbondanti e molto nutritivi. La tendenza a mettere su chili quindi è
        
 inevitabile, specie con l'avanzare dell'età. Inoltre si deve stare attenti a introdurre molti cibi liquidi poiché c'è la tendenza a bere
         
poco rischiando così le patologie di tipo accumulativo: calcoli ai reni o alla cistifellea, aumento del colesterolo. Immancabile la
        
 stitichezza, da combattere con molte verdure e frutta cotta.

  SCORPIONE

Poche parole ma … salse piccanti! 

          È un sensuale che alterna periodi nei quali è attratto dal cibo, a periodi nei quali l'esigenza di nutrirsi quasi non esiste. Dal cibo
        
 vuole gratificazioni immediate, ma non è disposto a concedergli più del tempo necessario. Raffinato, ma è ombroso e diffidente,
        
 ha come passatempo preferito quello di fare il seduttore. È aiutato da un robusto appetito, predilige i sapori forti e decisi, i cibi
        
 un po' piccanti e le salse saporite. Spesso preferisce iniziare pranzi e cene con antipasto a base di stuzzichini e tartine; animato
        
 da grande curiosità, è attratto dalle cose misteriose, complicate e raffinate, i piatti esotici e da indovinare, apprezza una tavola
         
ricca, ben decorata, adora le spezie. Va pazzo per il pesce, soprattutto se sono crostacei e molluschi pregiati che assecondano la
        
 sua voglia di particolarità e ricercatezza. Quando si cimenta in cucina è un vero perfezionista, abilissimo ad aggiustare i sapori
        
 con un pizzico di erbe o spezie. Raramente si mette ai fornelli, preferisce invitare gli amici e concedere loro carta bianca: questo
        
 spiega la popolarità delle riunioni che indice. I suoi gusti culinari sono ben precisi e di solito mangia di tutto senza prevenzione.

Casa VI in SCORPIONE

          In genere chi nasce con questa posizione astrale dà scarsa importanza al cibo, considerato alla stregua di un male inevitabile da
        
 sbrigare il più in fretta possibile e col minor dispendio di energia e di denaro. Per loro mangiare soli o in compagnia è la stessa
        
 cosa. Se scelgono di andare al ristorante e lo fanno spesso, scelgono posti nuovi e tranquilli, in cui stare in pace e in silenzio. È
        
 proprio la confusione e il rumore che non sopportano quando devono stare in mezzo alla gente. Le donne sono spesso maniache
        
 della pulizia e pur di non sporcare la cucina preferiscono il fatidico panino, per contro amano coltivare sul balcone o in giardino i
        
 propri ortaggi o le erbe aromatiche. La VI Casa in Scorpione può indicare anche una predisposizione alle autointossicazioni che
        
 bisognerebbe prevenire inserendo nella dieta alimenti freschi e depurativi.  

  SAGITTARIO

Calamitato dalle stranezze 

          È idealista, tenace e inarrestabile, socievole per eccellenza, il suo appetito è molto robusto, ed è un gran degustatore. È goloso e
        
 gaudente è il ghiottone dello zodiaco, piace mangiare una buona quantità di cibo fino a sentirsi rimpinzato, ha la fama di essere
        
 una buona forchetta e i fatti non smentiscono la sua nomea. Del cibo ama tutto: il suo palato non è molto esigente, predilige le
         
paste asciutte e i risotti che gli danno quel senso di sazietà che lo soddisfa, il profumo e il sapore. Nel suo immaginario le gioie
        
 della tavola hanno un posto d'onore. Quando si siede a tavola fa sul serio, quindi meglio non stuzzicare la sua suscettibilità con
        
 piatti belli ma poveri di sostanza. L'apparecchiatura della tavola e la presentazione dei cibi dovrà essere semplice ma fantasiosa.
        
 Il Sagittario sotto il punto di vista alimentare non è molto esigente, ma gradisce variare spesso, è quello che più dimostra di
        
 apprezzare la cucina tipica regionale e tradizionale. Per la sua voglia di compagnia durante i pasti, si potrebbe quasi pensare che
        
 sieda a tavola solo per stare tra amici e parenti, che contagia col suo entusiasmo. Della tavola è il poeta, ma non ama trattenersi
         
a lungo a seduto tavola.

Casa VI in SAGITTARIO 

          La parola chiave di questa combinazione è abbondanza perché la presenza di Giove, il pianeta gigante del nostro sistema solare,
     
    implementa le energie dilatanti del segno spingendo i nativi a considerare il cibo come uno degli elementi più importanti della
        
 vita. Molto amati sono i cibi esotici e le specialità straniere. La tendenza a esagerare con gli alimenti può regalare chili in più che
        
 poi è molto difficile smaltire. La tavola è sempre molto ricca di ogni genere di cibarie, anche in eccesso. Poiché l'Asc è in Cancro
        
 questo aspetto potrebbe essere vissuto male dal nativo che tiene molto al giudizio altrui, perché su questo impernia la stima di
        
 se stesso. Rende vulnerabili alle malattie di fegato e a quelle che colpiscono le gambe: due patologie evitabili con una dieta ben
         
equilibrata nella qualità e nella quantità.

CAPRICORNO  

Soprattutto niente "sorprese"

            Discreto e prudente è un grande lavoratore. L'atteggiamento verso il cibo è molto equilibrato mangia di tutto e con gusto, ma la
        
 tavola non è in cima ai suoi pensieri. Il suo appetito è comunque solitamente robusto, anche se il palato non è dei più esigenti.
        
 Al suo sguardo attento non sfugge proprio niente, quindi con lui è meglio non improvvisare mai. Soprattutto quando lo si vuole
        
 invitare a cena. La sua preferenza è per i cibi sobri, ma molto nutrienti. Semplice e di poche parole è il tipo che bada al sodo.
        
 Ama la cucina povera e popolare preparata con ingredienti semplici e genuini. Il Capricorno ha gusti molto attenti alla qualità,
        
 è amante dei cibi e dei vini ricercati e costosi. Come cuoco non lascia nulla all'ispirazione, segue alla lettera tutte le indicazioni
        
 riportate nella ricetta e raccoglie applausi e consensi. Le pietanze devono essere sempre ben presentate da un punto di vista
        
 estetico e servite su una tavola imbandita a regola d'arte. Tra i Capricorno si trovano sia dei veri e inguaribili buongustai che
        
 personalità completamente disinteressate al cibo, capaci di grandi digiuni.

Casa VI in CAPRICORNO

          Tra il segno della sesta Casa e quello dell'Asc Leone mette in relazione Saturno con il Sole, due pianeti importanti che rendono
         
i nativi molto esigenti anche a tavola. Esigenti non soltanto per lo stile della tavola e dei cibi, ma anche della qualità dei prodotti
        
 con cui sono cucinati. Critico e analitico, sa distinguere immediatamente la freschezza e l'origine degli alimenti. Se siete invitati
        
 a casa sua di sicuro troverete il vino migliore, gli alimenti cotti e serviti a puntino. Tra i suoi cibi preferiti ci sarà al primo posto la
        
 carne, mentre odiano le minestrine, i budini, le creme e tutti i cibi molli. Per quanto riguarda la sua salute è improbabile che si
        
 preoccupi troppo, anzi preferisce programmare ogni anno una settimana in una clinica specializzata per disintossicarsi e smaltire
        
 i chili in eccesso.       

      ACQUARIO

Invece per lui sempre novità

          Disponibile ed estroverso, volubile e originale è il segno più invidiato dello zodiaco. Socievole e comunicativo, ama rendersi utile
        
 magari aiutando la padrona di casa. Il suo appetito non è molto pronunciato e nei confronti della tavola ha un atteggiamento un
        
 po' distratto e senza trasporto. Piace la varietà anche in cucina e vorrebbe cambiare ogni giorno menù poiché non sopporta la
        
 routine. Preferisce piatti unici, alle carni appena scottate e ai piatti veloci che non sottraggono tempo ai suoi impegni. Mangia ad
        
 orari molto flessibili, a volte impossibili, e qualche volta se ne dimentica del tutto. Idealista, innovativo e trasgressivo senza
        
 apparire mai eccessivo, ha una naturale inclinazione a trovare delle idee sempre nuove. In cucina è discontinuo e imprevedibile
        
 come nella vita, preparare la cena però non deve essere un dovere ma un piacere. La genialità è il suo forte ma la puntualità no.
         
L'Acquario sa essere uno spirito libero. In quanto fantasioso, l'Acquario ama applicare questa dote anche nella realizzazione e
        
 composizione della tavola, è quindi molto probabile che l'apparecchi con un tocco di originalità o che vi proponga accostamenti
        
 di sapori non troppo classici o scontati. Durante i pasti adora stare in buona compagnia, chiacchierare scambiare allegre battute.

Casa VI in ACQUARIO

          In genere ha scarsa propensione alla buona cucina e considera il cibo un «dovere» da sbrigare in fretta. Magri per natura, i nativi
        
 si mantengono poi asciutti per tutta la vita non avendo nessuna tentazione da combattere a tavola. Questo però non esclude che
        
 sappiano cucinare molto bene, ma per loro una ricetta non è altro che una composizione chimica da rispettare nei particolari sia
        
 come dosi, sia come tempi, al fine di ottenere la reazione giusta: il piatto che volevano. Sono anche molto curiosi nei confronti
         
della cucina orientale o esotica, ed essendo sperimentatori per carattere non di rado provano le ricette per poter poi invitare a
        
 cena gli amici. La salute è molto importante per loro perché temono le malattie in modo ossessivo e a volte diventano maniaci,
        
 oltre che della pulizia anche della cucina naturista, adottando uno stile alimentare ragionato e sobrio.

  PESCI 

Davvero più per gli altri che per sé

           Dolce e romantico, sempre preso ad inseguire i sogni, quando rimette i piedi sulla terra si trasforma in un essere assai zelante
         
 e parsimonioso anche un po' bacchettone. Dotato di un palato tra i più raffinati, tuttavia è generoso e altruista, preferisce senza
         
 dubbio cucinare più per gli altri che per se stesso. Considera l'alimentazione un bisogno primario oltre che un'occasione gioiosa
         
 e gratificante per godere dei doni della terra. Come commensale è allegro e simpatico. Siccome è un buono è spesso "predato"
         
 dagli amici un po' scrocconi e sempre in crisi. Le sue preferenze vanno ai primi piatti corposi ed elaborati. Farlo capitolare non è
         
 facile: la sua grande passione sono i dolci. Carattere distintivo del Pesci è sicuramente la sua incorreggibile golosità, il bisogno
         
 continuo di mettere qualcosa sotto i denti: cibo abbondante a tutte le ore della giornata, soprattutto dolciumi. Preferisce cibi
         
 morbidi e succulenti, senza trascurare l'assunzione di carboidrati, presenti ad esempio nella pasta che i pesci adora. Sa ricevere
         
 gli ospiti con cordialità e simpatia, mettendo tutti a proprio agio.

Casa VI in PESCI

           Qui l'influsso planetario di Venere è duplice (riguarda sia il segno dei Pesci che la Bilancia in cui cade l'Asc) e quindi è molto
         
 forte il principio di auto gratificazione che spinge i nativi a lasciarsi andare alle gioie del cibo, specialmente dei dolci cremosi. La
         
 golosità però è ostacolata dal desiderio di mantenersi giovani, in forma e agili; un conflitto da cui è difficile uscire e che spinge
         
 ad affrontare diete rigorose per sentirsi di nuovo a posto con la coscienza. In genere è un tipo ospitale, che ama cucinare per sé
         
 e per i propri ospiti ma soprattutto ama sentirsi apprezzato per ciò che fa in cucina. Cibi preferiti sono i latticini e le minestre,
          
mentre mal tollerati sono le sostanze piccanti come: peperoncino, lo zenzero, il rafano. Per conservare a lungo la salute bisogna
         
 mangiare in modo equilibrato.

Divider  Divider  Divider  Divider  Divider

     
Telefono: 0125 631175 - Cell. 347 0417409

E-mail: laura371@libero.it  --- studio.acquario@libero.it  

    Divider  Divider  Divider  Divider

Sei il visitatore N°  

DividerDividerDivider